Idropitture lavabili: differenze con la pittura classica

idropitture lavabili

Il termine idropittura probabilmente non si sente pronunciare spesso dagli addetti ai lavori (e non solo), che si limitano semplicemente a chiamarla… pittura!

Oggi, infatti, si può dire che la maggior parte delle pitture usate per le facciate e gli interni delle abitazioni sia rappresentata in realtà da idropitture, cioè da prodotti per la tinteggiatura che presentano una importante componente acquosa e/o che necessitano di una forte diluizione in acqua prima dell’uso. È questa la differenza sostanziale fra idropittura e pittura cosiddetta “tradizionale”, ovvero a tempera, che continua a utilizzarsi, perlopiù, in ambienti poco esposti alla vista – come ripostigli, soffitte, scantinati etc.. Le vecchie tempere, infatti, tendono a deteriorarsi più rapidamente e, quando si decide di ritoccarle, bisogna prima rimuovere lo strato precedente di tinta.

Mentre le idropitture risultano più resistenti, più facili da applicare e da pulire .

Tipologie di idropittura per interni

L’idropittura è dunque il tipo più diffuso di tinteggiatura per le pareti e i soffitti domestici. All’interno di questo grande gruppo, esistono diverse tipologie di pitture, quali quelle:

  • lavabili e “superlavabili”
  • traspiranti
  • igienizzanti
  • termiche

L’idropittura lavabile è forse fra tutte la più popolare – probabilmente anche per via del nome così “attraente”. Chi, infatti, non si è mai trovato alle prese con antiestetiche macchie sui muri, desiderando di poterle cancellare con un colpo di spugna?

In realtà, la lavabilità delle idropitture… lavabili non va intesa in senso assoluto, cioè come la possibilità di rimuovere magicamente ogni tipo di sporco dalle pareti tinteggiate. Macchie particolarmente dense e aggressive difficilmente verranno via con uno schiocco di dita, anche se avete dipinto i muri con una pittura lavabile! È vero, però, che questo tipo di tinteggiatura permette di rimuovere più agevolmente delle altre i segni di polvere, fuliggine, grafite e ditate dalla sua superficie, senza rovinarsi. Un’azione tempestiva con un panno appena inumidito (eventualmente impregnato con minime quantità di sapone) vi consentirà, perciò, di mantenere i muri a lungo come nuovi.

Di recente, si sono poi diffuse le cosiddette pitture superlavabili, caratterizzate da una maggiore componente acrilica. In questo caso, si può contare su una smacchiabilità più ampia rispetto a quella delle comuni pitture lavabili: con queste tinte, anche lievi segni di inchiostro di biro e pennarelli potranno trasformarsi presto in un ricordo. La resistenza allo sfregamento e l’idrorepellenza le rendono adatte anche per dipingere le facciate esposte agli agenti atmosferici.

Le idropitture traspiranti, invece, favoriscono la “respirazione” dei muri prevenendo il ristagno di umidità. Premesso che la traspirabilità è comunque una caratteristica comune a tutta la famiglia delle idropitture, quelle specificamente dette traspiranti sono particolarmente indicate per muri e soffitti di bagni e cucine e degli altri ambienti soggetti a condensa e muffa (come le stanze esposte a nord o con muri angolari). Per contro, sono un po’ meno resistenti delle pitture lavabili.

Più specificamente concepite per gli ambienti soggetti all’attacco della muffa sono, poi, le pitture igienizzanti, dotate di azione battericida e anti-fungina.

Infine, le pitture (o idropitture) termiche, arricchite da microsfere cave di vetro o ceramica, hanno caratteristiche fisiche che consentono di creare una barriera alla trasmissione di calore dall’esterno all’interno e viceversa, aiutando a mantenere le stanze delle abitazioni fresche in estate e calde in inverno. Anche se non bisogna aspettarsi miracoli! Gli esperti, infatti, dicono che l’effetto isolante di una pittura termica può essere paragonato a quello prodotto da 1 cm di materiale coibentante.

Idropittura lavabile colorata

Le idropitture si acquistano di norma in barattoli di colore bianco (dal bianco ottico all’avorio) concentrati, da diluire in acqua secondo le indicazioni riportate sul retro della confezione. E possono essere colorate con l’aggiunta di pigmenti durante la fase di diluizione, secondo il gusto personale. In alternativa, esistono in commercio anche prodotti già pigmentati.

Idropittura lavabile: prezzi

I costi delle idropitture lavabili variano in base a diversi fattori – come il colore e la idoneità ad essere utilizzate all’interno o all’esterno. In generale, il prezzo minimo per una idropittura lavabile bianca si aggira intorno ai 2,5-3 euro per litro.